Home News Milan Milan, Gattuso trovi soluzioni tattiche: il trequartista è essenziale

Milan, Gattuso trovi soluzioni tattiche: il trequartista è essenziale

135
CONDIVIDI
Gennaro Gattuso

MILAN BETIS GATTUSO – Un Milan irriconoscibile. Le vittorie contro Sassuolo e Chievo avevano rianimato i rossoneri e Rino Gattuso, ma poi la sconfitta nel derby con l’Inter ha fatto ripiombare il Milan nella crisi più nera. Ultimo tassello, la sconfitta di ieri sera in Europa League contro il Betis Siviglia.

I tifosi milanisti chiedono la testa di Gattuso, incapace di dare una scossa alla squadra nel momenti decisivi delle partite. Anche il 4-3-3 di ieri, con Borini dal 1′ e Cutrone in panchina, ha fatto scattare l’allarme per l’ex Campione del Mondo. Le due prossime partite contro Sampdoria e Genoa diventeranno decisive per il suo futuro.

Gattuso ha provato diversi moduli: dal 4-3-3 iniziale contro il Betis, fino al 3-5-2 con Cutrone. Appunto, Patrick. Uomo imprescindibile per il Milan. E’ l’unico, insieme a Higuain, capace di cambiare le partite. Gattuso dovrebbe capire che insistere con il 4-3-3 non è opportuno. Un 4-3-1-2, con il classico trequartista, sarebbe senza dubbio la mossa tattica che potrebbe risollevare il Milan.

Se Biglia è lontano parente di quello visto alla Lazio due anni orsono, bisogna cercare di costruirgli attorno un centrocampo muscolare e di qualità: ad esempio dando pieni poteri a Bakayoko e Kessie, con uno tra Calhanoglu e Bonaventura dietro il tandem d’attacco Higuain-Cutrone. I due si compensano, uno aiuta l’altro, e il Pipita crea gli spazi per i tagli di Cutrone. Possibile che Gattuso non capisca tutto questo? Intanto la fiducia rimane a tempo: le prossime due giornate diranno se Rino mangerà il panettone oppure no.