Home News Inter Inter, Lautato Martinez: “Milito mi ha spiegato dove sono. Non ho esitato...

Inter, Lautato Martinez: “Milito mi ha spiegato dove sono. Non ho esitato un attimo”

198
CONDIVIDI
Lautaro Martinez

NOTIZIE INTER LAUTARO MARTINEZ – Lautaro Martinez, nuovo attaccante dell’Inter arrivato nelle scorse settimane alla corte di Luciano Spalletti dal Racing Club de Avellaneda, si è presentato in conferenza stampa.

“Non mi pesa per niente la maglia numero 10, la usavo già nel Racing. Quando sono arrivato all’Inter ho chiesto se era disponibile e mi hanno detto di sì. Sono molto felice di portarla. I compagni mi hanno accolto al meglio. Siamo un grande gruppo e stiamo lavorando con impegno e concentrazione con l’allenatore per centrare i nostri obiettivi. Da bambino mi ispiravo a Radamel Falcao. Sin dalla prima volta che l’Inter è venuta a Buenos Aires per parlarmi del progetto, io ho amato l’idea sin dall’inizio e questo ha influito sulla mia decisione. Real, Atletico Madrid e Borussia Dortmund? Ci sono stati contatti con il mio club in Argentina, ma quando è arrivato l’Inter non ho avuto dubbi. E poi c’era Milito che mi ha parlato di cosa vuol dire l’Inter e mi ha consigliato. So che Diego ha fatto tanto qui e a me non resta che fare il meglio per seguire le sue orme: adesso tocca a me fare altrettanto. Mi sentivo pronto per la Nazionale, ma il ct non mi ha convocato: ovviamente ci sono solo 23 posti per i Mondiali e sapevo che chi gioca in Europa è avvantaggiato. Sono qui per migliorarmi ogni giorno ed ho la possibilità di farlo in una grande squadra. Icardi? Con Mauro eravamo in contatto da prima che arrivassi a Milano, è stato molto carino e lo ringrazio per l’aiuto. Voglio conquistare un posto da titolare in questa squadra e dare il massimo. Spalletti? Ha un’idea chiarissima in mente e quindi dobbiamo allenarci al meglio per fare quello che ci chiede. Ricordo che stavo andando in Brasile per la Coppa Libertadores. Alla partenza l’Inter stava perdendo 1-0, poi quando siamo atterrati ho visto che aveva vinto la partita (con la Lazio, ndr) che le ha permesso di andare in Champions. Per me è un sogno giocarla. Ho scritto Lautaro sulla maglia perché è meno frequente rispetto a Martinez. Il soprannome di ‘Toro’ me lo ha dato un compagno del Racing in Argentina e me lo tengo. Milan? So che vuol dire giocare un derby tra due squadre rivali da sempre. So che qui troverò le stesse emozioni a giocare una stracittadina”.